logo ente parco di portofino

Dettaglio news

Le località del parco

la Cala dell'Oro

Molti conoscono la Cala dell’Oro perché la sua citazione ricorre spesso quando si parla di riserva integrale dell’Area Marina Protetta di Portofino.
Il piccolo e splendido tratto di mare che incontriamo a fianco del Golfo di San Fruttuoso di Capodimonte, racchiuso tra la Punta del Buco a ponente e la Punta della Torretta a levante, deve il suo fascino molto probabilmente al suo nome che evoca pirati, antiche mappe e naturalmente tesori nascosti.
Esistono documenti storici che dimostrano come davvero i pirati saraceni approdassero nella Cala dell’Oro, non tanto per cercare oro, ma per rifornirsi di un bene molto prezioso…
infatti, a qualche metro dalla riva, dalla piccola fenditura di un masso sgorga acqua dolce perenne.
L'ex Caserma della Finanza, la piccola costruzione, ormai diroccata e invasa dalla vegetazione, che si intravede poco sopra la costa, ospitava un piccolo contingente di finanzieri per impedire il contrabbando di sigarette, molto fiorente nel dopoguerra.

Si ricorda che l'accesso alla Cala dell'Oro - anche via terra - è vietato.

Ricordiamoci anche che nel parco non esistono contenitori per i rifiuti e che la sua pulizia dipende esclusivamente dal nostro rispetto per l’ambiente: non dobbiamo mai abbandonare i nostri rifiuti, ma raccoglierli accuratamente, portarceli appresso e depositarli in uno dei cassonetti predisposti alle principali porte di accesso al parco.