logo ente parco di portofino

Dettaglio news

Gli ambienti del parco

la lecceta

Questo tipo di vegetazione, dove prevale il leccio, era molto diffuso soprattutto lungo la parte costiera del Promontorio, come d’altronde in quasi tutta la costa ligure, ma l’attività dell’uomo in tempi storici, a partire dal taglio a raso delle leccete praticato in epoca romana, vi ha sostituito e favorito la pineta, il castagneto e, attraverso processi di degrado, come gli incendi ed il disboscamento, rispettivamente la macchia ed i coltivi.
Sul Monte di Portofino si trovano ancora pochi lembi di lecceta che possono aiutarci ad immaginare come fosse questo affascinante ambiente che, in una fase di non completa maturità, è caratterizzata da un’ombrosità che dura tutto l’anno, con un sottobosco dove vivono, spesso su un tappeto d’edera, funghi, liane e qualche sempreverde.

Il nome scientifico del leccio è Quercus ilex.