logo ente parco di portofino

Dettaglio news

Gli ambienti del parco

il forteto

Quando, per diverso tempo, la macchia mediterranea non viene percorsa dagli incendi, gli arbusti sempreverdi che la compongono (leccio, erica, corbezzolo, mirto) riescono a diventare di dimensioni maggiori e a crescere formando un ambiente che viene denominato “forteto”.
L’evoluzione successiva del forteto, sempre se l’area in questione non viene percorsa dal fuoco, è quella della lecceta, dove le piante di leccio crescendo più delle altre formano con i rami e la foglie una coltre ombrosa capace di impedire o comunque limitare la crescita contemporanea di altre piante.
In questo caso, si ha l’avvio della ricostruzione naturale dell’antica lecceta.

È quello che sta lentamente avvenendo sul Monte di Portofino, nell'ambiente vegetazionale sul lato meridionale del promontorio.