logo ente parco di portofino

Dettaglio news

Religione, arte e storia nel parco

L'Abbazia di San Fruttuoso di Capodimonte

Una leggenda fa risalire la fondazione dell’abbazia di San Fruttuoso al 259 quando due discepoli del Santo, Giustino e Procopio, che tornavano con le sue ceneri, avvisati in sogno da un angelo, approdarono, dopo una tempesta, nella baia del promontorio.
Qui videro tre leoni che tracciavano sul terreno con le loro zampe le fondamenta del tempio che venne costruito, come accadeva a quel tempo, accanto ad una sorgente.
Le prime notizie storiche certe risalgono al 900 quando la moglie di Re Ottone, Adelaide, donò ai benedettini che già gestivano l’abbazia, territorio e privilegi.
Proprio ai monaci si devono gli impianti di alberi di ulivo tuttora presenti in larga parte della zona.
Le scorrerie dei pirati saraceni determinarono il progressivo allontanamento dei monaci e nel XIV secolo San Fruttuoso venne mutato in abbazia secolare e poi concesso alla famiglia genovese dei Doria.
Nel 1983 la famiglia Doria Pamphili, proprietaria del complesso abbaziale, ne fece dono al Fondo per l’Ambiente Italiano che lo ha fatto accuratamente restaurare ed assumere l’aspetto che ha tuttora.

Contatti
Tel. +390185772703
e-mail      fai.sanfruttuoso@fondoambiente.it
stio web  Fondo Ambiente Italiano Abbazia di San Fruttuoso >>