logo ente parco di portofino

Toca – Semaforo Nuovo

Il sentiero, offrendo una splendida panoramica sul mare che spazia dall’Isola del Tino a Capo Mele,  giunge alla località Toca che è situata sul displuvio che scendendo dalla vetta del Promontorio, attraverso il monte Tocco (543 m), delimita ad occidente la Cala dell’Oro. Poche centinaia di metri e, attraversato un tratto di macchia mediterranea, si giunge alla località Semaforo Nuovo, dalla quale si può godere di un panorama particolarmente vasto. L’orizzonte di osservazione spazia quasi sull’intero golfo ligure mentre Cala dell’Oro e Punta Chiappa, sottostanti, si offrono alla più minuziosa esplorazione.

Il luogo panoramico ha determinato la decisione di insediarvi un radiosemaforo di segnalazione sostitutivo del Semaforo Vecchio e, durante l’ultimo confitto mondiale, una postazione militare. Le fortificazioni si spingono lungo il displuvio roccioso sino a Punta Chiappa e particolarmente evidenti sono le batterie antiaeree e antinavali site nell’omonima località. La costa, per la sua posizione strategica, era già stata fortificata in epoche storiche: ne è una testimonianza la torre saracena di vigilanza, edificata nel periodo delle scorribande moresche nel XVI secolo.

Dal piazzale della casermetta, oggi in gestione al Corpo Forestale dello Stato, si possono osservare i ripidi e assolati versanti meridionali del Promontorio attraversati come accade poco lontano, da qualche piccola valle mesofila. Le specie dominanti diventano, in queste zone, l’orniello, il carpino nero e addirittura il pioppo tremolo di probabile impianto artificiale. Nei primi mesi dell’anno si possono osservare inoltre le copiose fioriture del narciso a tazzetta e del narciso papiraceo. II piazzale antistante la costruzione del Semaforo Nuovo è anche un buon punto per osservare l’avifauna: gabbiani reali presso la costa, cornacchie grigie, il poco confidente cuculo e il falco pellegrino dal volo veloce ed acrobatico.